42° Torneo Giallo

  • Vincitori Torneo
  • Vincitori torneo a squadre 2016
  • Terze classificate
  • Le Finaliste del torneo Giallo Femminile
  • I fedelissimi
  • Terzi e Quarti classificati
  • Secondi classificati
  • Vincitori torneo Giallo Maschile
  • I Finalisti
  • 8xwtRxKw
  • pjZMZBhT
  • tegi3Ykm

Davanti ad oltre 120 persone si è concluso nel salone del GATE restaurant la quarantaduesima edizione del Torneo Giallo maschile di tennis e della diciasettesima edizione femminile degli Amici di Coverciano. Gli oltre 160 iscritti hanno dato vita a questi Tornei con il loro impegno sportivo e sano agonismo .

Anche quest'anno tre generazioni presenti sui campi in terra rossa a coronamento dell'ampio consenso che questa Associazione gode tra i propri soci, e a certificare l'insostituibile formula di questi tornei, è stato anche quest'anno l'ingresso nelle finali di giocatori non abituati ai riflettori, ma ricchi di tanta voglia, un pizzico di goliardia e di quel sano agonismo che in coppia con esperti tennisti hanno potuto occupare le quattro posizioni disponibili sul podio.

In questa quarantaduesima edizione maschile dobbiamo registrare il gradito ritorno alla vittoria di Franco Bianchini, da troppi anni lontano da questo primato, paladino storico dell'attività agonistica che meritava un giusto premio alla carriera sportiva, che in coppia con Alessandro Parenti degno compagno di doppio, sono riusciti al terzo set a domare la coppia Antonio Orzan e Maurizio Romani ugualmente raggianti per il risultato ottenuto. Per la prima volta nella storia del Torneo è stato necessario ricorrere ad un ex aequo per l'attribuzione del terzo posto e così Stefano Niccheri, Marco Donati, Jacopo Cambi e Paolo Nencioni hanno affollato il terzo gradino del podio.

Le tenniste del torneo femminile non sono state da meno e anche loro ricche di tanta voglia, con un pizzico di goliardia e di quel sano agonismo hanno dato vita a una nutrita sequenza di incontri terminata nella finale con la vittoria della coppia Cristina Pini , una delle punte di diamante della squadra agonistica femminile, e Patrizia Baldi sulla seconda dove troviamo un'altra protagonista della squadra agonistica , Paola Rossi in coppia con Patrizia Corsini, per la prima volta ai vertici del Torneo rosa, al terzo posto Eva Rana , anch'essa importante attrice della squadra agonistica, con Delia Civitelli e al quarto Annie Christiansen con Susanna Attendoli .

L'altra manifestazione premiata durante la lunga serata è stata quella della ventesima edizione del torneo a squadre, importante traguardo per un evento sportivo fiorentino, dove oltre cento tra tennisti e tenniste, suddivisi in dieci squadre, hanno animato i fine settimana tra marzo e giugno. Anche qui è stato necessario attribuire la vittoria ex aequo a causa delle difficoltà metereologiche a poter disputare la fase finale. Si sono presentati così, tra baci e abbracci gli avversari sul campo ma Amici di sempre, a ricevere dalle mani di Franco Bianchini, Direttore sportivo, le medaglie della vittoria. Per la cronaca le squadre erano composte dai capitani Fiorella Valcareggi e Sara Brogi accompagnate da Donati, Sartini, Marucelli, Poggesi, Romoli, Sani, Santini, Pini, Cambi, Godenzoni, Virgili, Riminesi, Romani, Consigli, Tuci, Baronti, Christiansen e Baccetti.

A coronamento della serata Marcello Mammoli, ideatore del premio “ I Fedelissimi” del torneo Giallo maschile, ha premiato i giocatori con oltre venti anni di presenze continue nel torneo e quest'anno Augusto Giannini, Roberto Romoli e Paolo Masi hanno ricevuto il premio della loro fedeltà dalle mani di Rosario Sarino, sponsor del trofeo.

Un pensiero particolare va rivolto ad Aurelio Virgili, figlio dell'indimenticato Beppe socio dell'Associazione da sempre che ci ha lasciato pochi mesi fa, il quale in occasione di questa festa ha voluto ricordare suo padre tra i suoi vecchi Amici , non senza un velo di commozione generale, istituendo un trofeo intitolandolo a Pecos Bill con la motivazione di consegnarlo ogni anno alla persona che più di tutti affronta la vita e lo sport con lo spirito felice e un po' goliardico che aveva Beppe sia in campo che fuori. Quest'anno , il primo, lo ha voluto consegnare alla persona che più gli è stato vicino e amico, Marcello Mammoli che lo ha ritirato commosso ma avvolto da un applauso di grande simpatia da tutti gli amici presenti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento